Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Road Runner Lambretta Club Imola

La Storia del Road Runner Lambretta Club Imola

Sulla scia di questo "Revival", anche nella nostra zona si sono formati alcuni gruppi di appassionati Lambrettisti che, dopo innumerevoli partecipazioni a Raduni Nazionali Lambretta, Raduni della F.I.S.C.A. (Federazione Italiana Scooter Clubs Associati), Raduni Mod, e viaggi "On the Road",hanno fondato nel 1994 il Road Runner Lambretta Club Romagna...

Mez e Daniele 1993 Un tardo pomeriggio dello stesso anno, di ritorno da un Raduno del Lambretta Club Emilia-Romagna, io e Daniele, dopo una lunga gestazione durata diversi mesi prima, "partoriamo" l'idea di costituire un nostro Scooter Club, anzi un Club di sole Lambrette.

Mez e Daniele 1993 Fermi al distributore di benzina che ancora si trova sulla via Emilia a Castelbolognese prima dell'incrocio per Riolo Terme, cominciamo ad abbozzare il nome da dare al club... Dopo un'ora di delirii e insulti reciproci, trovammo che Road Runner fosse la scelta giusta, un pò perchè entrambi amavamo l'animaletto tipico dei deserti americani, un pò perchè nessuno meglio del simpatico pennuto poteva rappresentare la voglia di macinare e vivere la strada con le nostre inseparabili Lambrette! Il problema nacque quando si dovette decidere se dovesse chiamarsi Lambretta Club Imola o Faenza, visto che io abitavo a Imola e Daniele a Faenza; si raggiunse l'accordo che il club sarebbe stato ROAD RUNNER LAMBRETTA CLUB ROMAGNA!

Così tutti contenti rientrammo a casa. Imola, in questo caso, si dimostrò più ricettiva rispetto a Faenza in quanto a nuovi iscritti, per cui subito l'anno successivo il Club assunse la denominazione attuale. La festa d'inaugurazione ufficiale, avvenuta un anno dopo la fondazione, con la presentazione della sede al mitico App@Down di Imola e successiva scooterata a Dozza, fu presenziata anche da Enzo Cremonini, figura importante nonchè fondatore del Lambretta Club Imola alla fine degli anni Cinquanta.

Hermes e Luciano La foto scattata davanti alla Rocca Sforzesca di Imola durante l'inaugurazione ufficiale del 1995, ritrae la prima formazione del Club. La partenza dall'App@Down in direzione della splendido borgo medievale di Dozza, è stato sicuramente uno dei momenti indimenticabili per tutti i Road Runners, e l'inizio di un'avventura lambrettistica che nel tempo si è sempre più rafforzata, grazie ad un'affluenza sempre crescente di nuovi soci.

Fabio e Foz Il primo Raduno a cui il Road Runner L.C. partecipa ufficialmente, è il 2° Raduno Scooter dei Duchi Estensi S.C. Ferrara, organizzato nell'amena località di Santa Bianca di Bondeno...40 gradi all'ombra, 95% di umidità, zanzare a profusione, ma per i Roddies, diventerà un appuntamento fisso ogni anno, fino all'ultima edizione! Memorabili gli incontri sulla Statale Adriatica con gli amici Smart Drivers di Rimini, che ci vedeva arrivare in massa a Santa Bianca!

Hermes e LucianoInnumerevoli i Raduni a cui abbiamo partecipato in giro per l'Italia: nel 1996 entriamo ufficialmente a far parte della F.I.S.C.A. l'Associazione Nazionale degli Scooter Clubs italiani, per cui oltre a partecipare agli eventi organizzati dal World Lambretta Club, Lambretta Club d'Italia, Lambretta Club Emilia-Romagna, all'immancabile RADUNO MOD INTERNAZIONALE DI RIMINI del ponte pasquale, incominciamo anche a frequentare Raduni organizzati da altri Scooter Clubs.

Il 1997 è un anno particolarmente importante per il Club: i tempi erano maturi per organizzare un Raduno tutto nostro... il 1° Raduno Road Runner L.C. vede infatti la luce in una ridente località collinare a 15 km da Imola, Fontanelice, che per molti anni rimarrà impressa nelle menti e nel cuore di moltissimi appassionati scooteristi.

Lambrette in piazza a Dozza Il clima di festa, la splendida discoteca Conca Verde incanstonata nel canyon del fiume Santerno, hanno decretato il successo di questo Raduno per molte altre edizioni negli anni a venire. Nel 1999 decidiamo di cambiare location, e organizziamo per la prima volta il nostro consueto Raduno con gli amici Green Onions S.C. di Siena veterani della scena scooterista italiana, sempre alle pendici dell'Appennino Tosco-Romagnolo, a Casola Valsenio. A parte la pioggia, che è stato il leit-motiv del week-end, il Raduno è riuscito bene con grande affluenza di scooteristi.

Fabio e Foz
Altra data importante nella storia del Club, è il 2001, anno in cui il Road Runner L.C. riesce ad ottenere dopo un anno di trattative con il Comune di Imola e gli Enti preposti, la possibilità di entrare e girare con gli scooter all'interno dell'Autodromo di Formula Uno Enzo e Dino Ferrari! Un avvenimento che per Lambrette e Vespe non accadeva più dal lontano 1968, anno in cui l'autodromo faceva da cornice al Motogiro d'Italia.

Una fatica ripagata dalla più grande affluenza di Lambrettisti e Vespisti che un Raduno Road Runner abbia mai visto!... oltre 280 scooters provenienti da tutta Italia ed Europa hanno letteralmente invaso i paddock e la pista di Imola con grande stupore dei presenti! Vedere giovanissimi, vecchietti (Storai, ex presidente Lambretta Club Toscana, che perde l'espansione in pista e torna indietro per riprenderla!), Lambrette e Vespe più o meno elaborate smanettare deliranti in pista, le lacrime di gioia di molti (Sharon from Glasgow!?), è stata la più grande soddisfazione per tutti noi del Club.

Hermes ed Elena - 1996 Francesca a Rimini - 1996 Road Runner Lambretta Club Imola - 1996 Mez a Rimini - 1996